il Tecnico acusticoing. Martino Greco
AREA CLIENTI

NUOVO INCARICO

Inserisci informazioni incarico
FORUM
Forum acustica
Domande e Risposte
CALCOLI
Calcoli decibel dB rumore
Calcoli con i decibel
WEBMASTER

Tecnico Competente in Acustica

Con l'articolo 2 comma 6 la Legge Quadro sull'inquinamento acustico (Legge 447/95) istituisce di fatto la figura professionale del Tecnico Competente in Acustica Ambientale in quanto idoneo a svolgere attività nel campo dell'acustica ambientale.

"Art. 2"
6. Ai fini della presente legge e' definito tecnico competente la figura professionale idonea ad effettuare le misurazioni, verificare l'ottemperanza ai valori definiti dalle vigenti norme, redigere i piani di risanamento acustico, svolgere le relative attivita' di controllo. [...]


Quali sono gli sbocchi lavorativi per un Tecnico Competente in Acustica?
Gli incarichi che Tecnico Competente in Acustica, e solo lui, può svolgere sono:
- Valutazione di impatto acustico (Legge 447/95)
- Valutazione di clima acustico (Legge 447/95)
- Verifica insonorizzazione locali somministrazione (Delib. C.C. Roma 35/2010)
- Verifica e taratura degli impianti elettroacustici di diffusione sonora (DPCM 215/99)
- Risanamento acustico dei locali pubblici (Legge 447/95)
- Valutazione dei requisiti acustici passivi degli edifici (DPCM 5/12/97)
- Valutazione delle immissioni di rumore nella proprietà privata (art. 844 c.c.)
- Valutazione dell'Esposizione al Rischio Rumore (D.Lgs. 81/08).
(In tal caso l'abilitazione non è indispensabile)

ISCRIZIONE ELENCO ENTECA ing. Martino Greco

Si parla dunque di acustica ambientale ed architettonica.
Ma il rumore viene analizzato anche, e forse sarebbe meglio dire "soprattutto", all'interno dei luoghi di lavoro. Tuttavia nel Decreto Legislativo n. 81/08 (Testo unico in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro), a cui fa capo tutto quanto concerne il rischio di esposizione professionale al rumore, non vi è menzione di alcuna figura professionale specificatamente designata ad assolvere a tale compito.


In cosa consiste il lavoro del Tecnico Competente?
A prescindere da quale sia il campo di attività in cui il tecnico è chiamato ad operare vi sono delle fasi del lavoro imprescindibili. Prima fra tutte è la fase strumentale: gli indici ed i valori che la legge impone di rispettare riguardo al rumore non sono valutabili in alcun modo se non con l'ausilio di una specifica strumentazione tecnica abbinata a software di post-elaborazione dei risultati. Quindi il tecnico deve "necessariamente" fare un certo numero di misure fonometriche. Certamente ci sono dei casi previsti dalla normativa vigente in cui è sufficiente presentare un'autocertificazione; un esempio a Roma è il modulo As da compilare nel caso si voglia richiedere l'esenzione dalla valutazione previsionale di impatto acustico per ottenere l'autorizzazione di inizio attività. Oppure la valutazione del rischio di esposizione al rumore: è possibile reperire i livelli di pressione sonora di alcune lavorazione mediante accesso alla banca dati dell'ex ISPESL. Tuttavia è sempre notoriamente preferibile ricorrere alla misura strumentale. Nella maggioranza dei casi dunque è meglio diffidare di tecnici molto sbrigativi e sprovvisti anche del minimo equipaggiamento tecnico. Il Tecnico Competente, dopo le misure strumentali, deve poter esportare le informazioni registrate su un elaboratore dal quale avviare il software di post-elaborazione. In tal modo il tecnico interpreta i dati in suo possesso e si predispone ai calcoli necessari. Tali calcoli portano a quei risultati necessari per la redazione del documento tecnico finale in cui l'esperto certifica l'incarico svolto.


Come si diventa Tecnico Competente in Acustica?
I requisiti necessari all'ottenimento della nomina regionale di Tecnico Competente in Acustica Ambientale (TCAA) sono specificati agli art. 6 e art. 7 della Legge Quadro, nel D.P.C.M. del 31/03/98 e, per la Regione Lazio, all'art. 20 della Legge Regionale n. 18 del 3 agosto 2001.

Art. 2
"6. [...] Il Tecnico competente deve essere in possesso di diploma di scuola media superiore ad indirizzo tecnico o del diploma universitario ad indirizzo scientifico ovvero del diploma di laurea ad indirizzo scientifico.

7. L'attività di tecnico competente può essere svolta previa presentazione di apposita domanda all'assessorato regionale competente in materia ambientale corredata da documentazione comprovante l'aver svolto attività, in modo non occasionale, nel campo dell'acustica ambientale da almeno quattro anni per i diplomati e da almeno due anni per i laureati o per i titolari di diploma universitario."


Clicca per scoprire come diventare Tecnico Competente in Acustica Ambientale