Ing. Martino Greco
Contatti
I nostri servizi
Scopri tutti i nostri servizi

Approfondimenti
Le tematiche principali
viste più da vicino

CALCOLI
Calcoli di acustica
> Somma di livelli di pressione sonora
> Calcolo del livello equivalente
> Conversione dei decibel
> Calcolo della propagazione sonora
> Frequenza e lunghezza d'onda
> Esposizione Giornaliera al Rumore

Normativa
Sezione dedicata alle norme vigenti nel settore Ambiente e Sicurezza

Domande e Risposte
Domande e Risposte

Notizie
Le ultime evoluzioni in costante aggiornamento

Moduli impatto acustico
Elenco della modulistica utile nel settore dell'acustica

Corsi di formazione
Sicurezza Agenti Fisici

Tavole Zonizzazione Municipi Roma
Scarica le Tavole della Zonizzazione Acustica del Territorio di Roma

Notizie




Una sezione dedicata agli aggiornamenti legislativi e procedurali che riguardano il settore. La normativa vigente è in continuo mutamento a fronte anche della crescente attenzione verso la semplicità burocratica ed al sempre maggiore sviluppo nel campo della ricerca e della tecnologia. Di conseguenza molte delle pratiche divenute oramai consuete vanno riviste ed aggiornate al fine di garantire al richiedente la quanto più corretta ottemperanza ai dettami ed agli obblighi che la legge prescrive.

Di seguito vengono riportati alcuni articoli che spiegano le cose più importanti da sapere:



Asfalto fonoassorbente a Roma
Parte a Roma la sperimentazione del cosiddetto “asfalto silenzioso”, un asfalto sostenibile perchèe ricavato dal riuso dei pneumatici, che ha la capacità di attenuare il rumore dei veicoli. Lo speciale asfalto è stato implementato all'interno dei lavori di riqualificazione del manto stradale di via Torpignattara. A essere interessato dall'uso del materiale è un tratto di circa 300 metri lineari tra via Giacomo Aicardi e via Pietro Rovetti, che va ad aggiungersi ai 250 metri già posati nelle scorse settimane nel tratto di via Prenestina compreso tra Largo Irpinia e Largo Telese....

Continua a leggere...


Nuove frontiere nell'isolamento termoacustico
Il problema dell’isolamento acustico degli edifici è stato affrontato dalla normativa solo relativamente di recente, con la Legge 447 del 26.10.1995 e il relativo D.P.C.M. 5.12.1997 che stabilisce nel dettaglio le prestazioni che devono avere gli edifici rispetto ai rumori provenienti dall’esterno, da altre unità immobiliari, rispetto ai rumori da calpestio e quelli che provengono dagli impianti. Dettaglio molto importante, il Decreto indica che le prestazioni devono essere verificate in opera, una volta che l’edificio sia stato completato e non possono essere certificate in altra maniera; ovvio l’obiettivo del Legislatore: qualificare la qualità del costruito nel su...

Continua a leggere...


Riduzione del rumore sul lavoro
Manuale operativo per la riduzione del rumore negli ambienti di lavoro Approvato dalla Commissione consultiva il 28 novembre 2012 Nella seduta del 28 novembre 2012, la Commissione consultiva permanente per la salute e sicurezza sul lavoro ha approvato il Manuale operativo “Metodologie e interventi tecnici per la riduzione del rumore negli ambienti di lavoro”. L’attenzione alle problematiche derivanti dalla diffusione delle tecnopatie e in particolare delle ipoacusie ha imposto negli ultimi anni l’acquisizione di una diversa e maggiore consapevolezza in relazione...

Continua a leggere...


Amianto 16000 mesoteliomi maligni
Organizzata dai ministeri della Salute, dell’Ambiente e del Lavoro e Politiche Sociali, in accordo con l’Università Ca’ Foscari e la Fondazione Giorgio Cini di Venezia e il contributo di INAIL, si è tenuta la 2a Conferenza Governativa sulle Patologie Asbesto-correlate. Il fine era di discutere dell’emergenza amianto che investe il nostro paese e di valutare le iniziative da perpetuare per organizzare un Piano nazionale sull’Amianto. Durante lo svolgimento della Conferenza è stato presentato il 4° Rapporto del Registro Nazionale dei Mesoteliomi (ReNaM) ne è emerso che nel corso di 15 anni (dal 1993 al 2008) i mesoteliomi maligni sono quasi 16.000....

Continua a leggere...


Procedure standare per la valutazione dei rischi
Nella seduta del 25 ottobre scorso, la Conferenza Stato-Regioni ha espresso parere positivo sulla bozza di decreto interministeriale dedicato alle procedure standardizzate per la valutazione dei rischi. Le procedure erano state già approvate il 16 maggio scorso dalla Commissione consultiva permanente, sulla base di un modello di riferimento, in attesa del recepimento del decreto apposito. Le imprese che impiegano fino a 10 dipendenti hanno tempo fino al 31 dicembre 2012 per autocertificare l’avvenuta valutazione dei rischi. Dall’entrata in vigore del suddetto decreto, le piccole...

Continua a leggere...


Allarme amianto
Gli esiti della mappatura - la prima e di carattere ancora parziale - non lasciano dubbi: con circa 32 milioni di tonnellate di materiale da smaltire, 12 siti di 'interesse nazionale' e 34mila luoghi ritenuti 'pericolosi', in Italia l'allarme amianto è forte. I dati emergono dal 15° Quaderno del ministero della Salute, presentato lo scorso 17 settembre a Casale Monferrato, in occasione del workshop "Verso la 2° conferenza governativa su amianto e patologie correlate". Il volume espone un primo bilancio sulla diffusione dell’asbesto nel nostro Paese e alle previsioni relative alle strategie di contrasto da attuare. Dei 34.148 siti ad alto potenziale di contaminazione, 373 sono di "priorità 1", ovvero a maggior rischio, ma si stima che il numero sia destinato a crescere a circa 500, mancando...

Continua a leggere...


Nuova UNI 11367 per acustica edilizia
In Italia fino all’introduzione della Legge 447 del 1995 non erano previsti seri vincoli in materia di rumore e l’edilizia residenziale ha visto comparire per la prima volta delle restrizioni cogenti nel D.P.C.M. del 5/12/97 attuativo della Legge. La complessità della materia, unita alla trama un po’ farraginosa del decreto stesso hanno da subito suscitato alcune perplessità in merito alla applicabilità dei requisiti acustici passivi introdotti. In realtà però sin da subito le imprese più virtuose sono attrezzate per introdurre sistemi e soluzioni che consentissero di raggiungere le nuove imposizioni legislative e, con gli idonei materiali ed accorgimenti – senza eccessivi aggravi di costi – la missione è risultata possibile. Tenendo conto che il D.P.C.M. del 5/12/97 richiede il rispett...

Continua a leggere...